IN EVIDENZA

Dirittibus. Il Museo per la citta' - Polo del '900

IN EVIDENZA

Dirittibus. Il Museo per la citta' e' il progetto integrato del Polo del '900 coordinato dal Museo Diffuso della Resistenza in collaborazione con le Biblioteche Civiche Torinesi. A partire dalle storie e memorie personali raccontate dai testimonial intorno ai grandi temi salute, genere, disabilità, ambiente, migrazioni e lavoro, Dirittibus realizza un calendario di eventi insieme alla cittadinanza: il Bibliobus diventerà Dirittibus. Ti aspetta con 160 libri dedicati ai diritti, per adulti e ragazzi, e un'installazione interattiva sui diritti e la Costituzione.

Scopri il calendario di attivita' di luglio e agosto saremo in compagnia di tanti amici e amiche che ci accompagneranno alla scoperta dei diritti legati a salute, genere, disabilita', lavoro, ambiente e migrazioni.

 

LUGLIO

•             martedì 27 (mattina) presso parco Michelotti - biblioteca Geisser con Bombettabook

•             mercoledì 28 (pomeriggio) in  corso Telesio angolo via Servais con Bombettabook

•             venerdì 30 (mattina) in corso Unione Sovietica 490 - incontro con estate ragazzi Mirafleming e Fondazione Mirafiori

•             sabato 31 (mattina) in piazza Chiesa della Salute con Olga Sterpin (autrice Echos) e il racconto del romanzo Un Leone a Nortland

 

AGOSTO

•             lunedì 2 (pomeriggio h 14.30-18.30) presso il giardino Pugno con Ivana Nikolic e i diritti delle persone rom

•             martedì 3 (mattina) presso parco Michelotti - biblioteca Geisser con Bombettabook

•             mercoledì 4 (pomeriggio h 16) in  corso Telesio angolo via Servais con Bombettabook

 

Vieni a trovarci e racconta "io ho il diritto di…"

 

Il calendario e' in continuo aggiornamento, per restare aggiornati segui la pagina Instagram @dirittibus.

 

Per informazioni: tel. 011 01120788 | progetti@museodiffusotorino.it

A tua disposizione il documento:
dirittibus2021_polo900.pdf
Puoi leggerlo o scaricarlo...

Segnalazioni e commenti

Registrati per Accedere


Per inserire una segnalazione e un commento occorre accedere con la propria user/password di utente registrato!


User:
Pass:
  
  

Segnaliamo Livio Pepino e l\'ultimo suo intervento su MicroMega

IN EVIDENZA

   

Livio Pepino e' stato magistrato sino al 2010.

Gia' consigliere della Corte di Cassazione e direttore delle Edizioni Gruppo Abele.

Ora studia e sperimenta pratiche di democrazia dal basso.

La Sua attenzione si concentra sulla difesa dell'ambiente e della società dalle problematiche che le opere di interesse internazionale e nazionale generano.

Ha scritto:

Forti con i deboli (Rizzoli, 2012)

Come si reprime un movimento: il caso Tav (Intra Moenia, 2014).

 

Quale riforma per la giustizia e la magistratura?

L'antidoto ai fenomeni degenerativi in atto non sta tanto in operazioni di ingegneria istituzionale (che spesso, come e' accaduto in passato, aggravano ulteriormente la situazione) ma nel recupero del senso profondo della giurisdizione e dell'indipendenza (esterna e interna) di pubblici ministeri e giudici. 

Vai all'articolo


A tua disposizione il documento:
pepino_micromega.pdf

Una Fragile Indipendenza - Conversazione intorno alla magistratura

IN EVIDENZA

   

Scheda a cura di Gian Paolo Zara

Paolo Borgna Jacopo Rosatelli

Una Fragile Indipendenza

Conversazione intorno alla magistratura

Edizioni SEB 27 2021

Paolo Borgna (Alba, 1954) ha esercitato come avvocato ad Alba e poi come magistrato a Torino dal 1981 al 2020. Fra le sue numerose pubblicazioni: Il giudice e il Principe (con Margerita Cassano, 1977), Un Paese migliore. Vita di Alessandro Galante Garrone (2006), Difesa degli avvocati scritta da un pubblico accusatore (2008), Clandestinità (ed altri errori di destra e di sinistra (2011), Il coraggio dei giorni grigi. Vita di Giorgio Agosti (2015).

 

Jacopo Rosatelli (1981) Dottore di ricerca in Studi politici, insegnante, e' un collaboratore de "il manifesto". Ha pubblicato con Gianrico Carofiglio il volume Con i piedi nel fango. Conversazioni su politica e verita' (2018).

 


A tua disposizione il documento:
borgna-giustizia.pdf

MICROMEGA - Vaccinarsi contro il Covid-19

IN EVIDENZA

   

Vaccinarsi contro il Covid-19: doveri morali, responsabilità collettiva e intervento dello Stato

Vaccinarsi è una responsabilità etica, ma ci sono forti ragioni per sanzionare tale responsabilità con vincoli legali. Pubblichiamo un estratto dal volume "Etica dei vaccini. Tra libertà e responsabilità" a cura di Marco Annoni in questi giorni in libreria per Donzelli.

 

Alberto Giubilini 

29 Aprile 2021

Clicca su: Vaccinarsi contro il Covid-19: doveri morali e responsabilità collettiva (micromega.net)


A tua disposizione il documento:
micromega_vaccinarsi.pdf

Cavie per legge?

IN EVIDENZA

   

Intervista / La corsa ai vaccini, la libertà di scelta e noi. Cavie per legge?

In Cavie per legge. Considerazioni sull’obbligatorietà del vaccino Covid-19, Gianfranco Amato (avvocato, presidente di Giuristi per la vita) e Paolo Gulisano (medico epidemiologo e storico della medicina) sostengono che con il ricorso generalizzato ai vaccini siamo diventati di fatto cavie, in quanto chi si sottopone al vaccino sta testando prodotti i quali, a causa dei tempi ristretti, non hanno rispettato gli abituali standard di sperimentazione. Una corsa, quella al vaccino, che secondo gli autori è espressione di una precisa visione del mondo, nemica delle libertà fondamentali.

Su Cavie per legge ho intervistato Paolo Gulisano.

***

di Aldo Maria Valli

 

Clicca su: Intervista / La corsa ai vaccini, la libertà di scelta e noi. Cavie per legge? – Aldo Maria Valli


A tua disposizione il documento:
caviecovid.pdf

Elogio delle tasse - Francesco Pallante

IN EVIDENZA

   

Scheda a cura di Gian Paolo Zara

Francesco  Pallante

Elogio delle tasse

Edizioni GruppoAbele 2021

 

 

Francesco Pallante (Torino, 1972) è professore associato di Diritto costituzionale presso l’Università di Torino. Oltre ad articoli e saggi su riviste giuridiche, ha da ultimo pubblicato: Per scelta o per destino. La costituzione tra individuo e comunità (Giappichelli, 2018) e Contro la democrazia diretta (Einaudi, 2020). Collabora con il manifesto.

 

In questo libro l'autore pone al centro della nascita e progresso di uno Stato la possibilità di tassazione tributaria dei cittadini dello Stato medesimo ed afferma che è sufficiente un'analisi un po’ più attenta per comprendere che le imposte rappresentano uno strumento essenziale attraverso cui l'esistenza umana, altrimenti rimessa alle dinamiche della forza bruta, può essere  condotta secondo le logiche, pur plurali e conflittuali, della ragione. La tesi centrale di questo libro è che solo le tasse consentono allo Stato di assolvere le sue due funzioni essenziali entrambe costose: la prima è mantenere la pace in società rispetto alle dinamiche conflittuali economiche, sociali, culturali e politiche, mentre la seconda funzione è dare attuazione ai diritti costituzionali. "Quel che va adeguatamente considerato, in definitiva, è che, dal momento in cui veniamo al mondo, godiamo di servizi pubblici, a partire dalla pace sociale, che consentono la nostra stessa esistenza. Come ha scritto il costituzionalista Costantino Mortari, argomentando a favore del dovere di lavorare (art. 4, co. 2, Cost.), e dunque di contribuire alla raccolta delle imposte, ciascuno di noi cresce e diviene adulto in virtù del <<debito contratto verso la società>>. Ecco, allora, il ruolo dei tributi: rendere possibile il contesto stesso entro cui condurre le nostre esistenze". La contestazione, più o meno violenta, dei tributi poggia su un'idea elementare: i cittadini, lasciati liberi di dispiegare le proprie iniziative private, vivranno felici in prosperità e ricchezza. Se ciò non avverrà, nonostante la loro operosità, la causa va ricercata nella rapacità dello Stato. Una delle più note battute di Ronald Reagan era appunto che lo Stato non è la soluzione dei problemi ma lo Stato è il problema. Le cosi dette regole delle reaganomics sono la riduzione del prelievo fiscale, la riduzione del ruolo dello Stato con le liberalizzazioni, la dismissione dei beni pubblici con le privatizzazioni e l’eliminazione dei vincoli normativi con le liberalizzazioni... (continua nel pdf)


A tua disposizione il documento:
pallante-tasse.pdf