IN EVIDENZA

BUON NATALE

IN EVIDENZA

NATALE: E’ FUTURO!
Il leggero battito emerge dal frastuono confuso di un mondo che muore.
Il tiepido abbraccio trova spazio nelle braccia incatenate dall’egoismo e dal possesso.
Il pensiero libero penetra nella griglia di chi esercita con prepotenza il suo sentirsi superiore.
E’ la Nuova Umanità che sorge: E’ NATALE! E’ FUTURO!
(SM – Dicembre 2019)

 

Con amore, con vita, con canto, con profumo, con tremito, un torrente di pura luce si è riversato in cielo e in terra.

A poco a poco si spezzano tutti i legami e prende forma la felicità: la vita s’è risvegliata piena d’ambrosia.

Anch’io mi sono destato in dolce pace, in puro piacere come il fior di loto, per portare ai tuoi piedi tutta la mia felicità.

In una luce diffusa dentro il cuore bella, rosea, splendente si alzò l’aurora.
Un velo è caduto dalle mie pupille affaticate.

(Tagore, poeta bengalese - indiano, 1861-1941- premio Nobel 1913)

 

A tua disposizione il documento:
natale2019.pdf
Puoi leggerlo o scaricarlo...

Segnalazioni e commenti

Registrati per Accedere


Per inserire una segnalazione e un commento occorre accedere con la propria user/password di utente registrato!


User:
Pass:
  
  

IL LIBRO

IN EVIDENZA

   

Scheda a cura di Giuseppina Serio

POLITO ANTONIO

Il muro che cadde due volte

Solferino ed., Milano, 2019, € 16

Antonio Polito, (Castellammare di Stabia, 1956) è un giornalista di professione, ma ha anche avuto un’attività come politico nell’ambito della sinistra. E’ stato, infatti, senatore della Repubblica nella XV legislatura. Come giornalista, sua professione, è stato attivo all’Unità, alla Repubblica, al Riformista, per poi passare nella redazione del Corriere della Sera diventandone dal 2015 vicedirettore. Fa, inoltre, parte di centri studi ed associazioni internazionali. Altri suoi testi: Riprendiamoci i nostri figli, Marsilio, 2015 – Prove tecniche di resurrezione, Marsilio, 2018.

 


A tua disposizione il documento:
POLITOANTONIO2019.pdf

ACINO XLVI - VIRTUOSA CONCRETEZZA

IN EVIDENZA

   

Virtuosa concretezza

La politologa Nadia Urbinati docente di Teoria della Politica alla Columbia University di New York, nell'articolo apparso sul "Corriere della Sera" lunedì 9 settembre scorso, dal titolo I terreni su cui giocare -Una sfida necessaria, così scrive: " La virtù politica non si può imporre. Ma la ragione prudente può ispirare, per convenienza e necessità, comportamenti virtuosi. Non per raggiungere chissà quali traguardi, ma per mettere in cantiere un progetto pragmatico, possibile e utile. Questo governo si trova in questa condizione: è costretto a essere un buon governo....Finire la legislatura è un obiettivo di grande importanza, ma difficile da realizzare se non sostenuto da un'azione efficace di governo e una compattezza decisionale. Prendere poche decisioni, chiare, subito, sui temi che più hanno messo l'Italia nell'angolo, in Europa e nell'Occidente.... L'entusiasmo per un governo coraggioso e originale, che traspariva dal messaggio di Beppe Grillo e ha accompagnato l'ultima fase delle consultazioni, dà il senso del rischio, della scommessa. Il Movimento e il Pd, che le rispettive leadership hanno tenuto in una condizione di inimicizia per anni, hanno una base progettuale non troppo distante e opposta... L'Italia sociale ha bisogno di trovare vigore e protagonismo, di uscire dal rifugio assistenziale. La sfida al populismo si gioca dunque sul terreno della prudenza e della lungimiranza, che sono virtù politiche ardue perché richiedono attori che sappiano vedere l'utile oltre il loro naso, oltre i numeri dei sondaggi, oltre lo stillicidio del presentismo mediatico. Si dice che la necessità aguzzi l'ingegno- questo governo non ha altra scelta che essere un buon governo. Diversamente sarebbe una palla al piede in un Paese paralizzato e instabile, giustamente punito dagli elettori...."

 

( a cura di Adriana Vindigni)


A tua disposizione il documento:
ACINOXLVI_virtuosaconcretezza.pdf

IL LIBRO

IN EVIDENZA

   

Scheda a cura di Giuseppina Serio

CASTELLI GATTINARA Enrico
Come Dante può salvarti la vita. Conoscere fa sempre la differenza
Giunti ed., Fi.,2019- € 16
Enrico Castelli Gattinara può essere definito uomo di scienza e di sapere nella sua accezione più ampia ed articolata: parte della sua esistenza professionale si è svolta nella scuola media, per poi essere attivo anche nell'Università di Roma come docente di Epistemologia della storia. E' stato coordinatore di seminari internazionali e di convegni interregionali di filosofia e scienze umane. Ha prestato la sua fattiva presenza anche a Parigi all'École des hautes études en sciences sociales. Sensibile ai temi ed ai processi educativi, ha privilegiato il dialogo educativo con lo sguardo rivolto alle emozioni ed in generale all'interiorità. "E' il professore che ognuno di noi avrebbe voluto incontrare" (dal risvolto finale di copertina). Altri testi: Dieci lezioni sulle emozioni, Giunti, 2018, La forza dei dialoghi, Mimesis, 2017.


A tua disposizione il documento:
GATTINARA_comedante.pdf

COMMERCIO IN CITTA\' - ELEMENTI DI CRISI E NUOVE PROPOSTE

IN EVIDENZA

   

Martedi 3 Dicembre 2019 - ore 17.45
Libreria Comunardi, Via Bogino 2 - Torino
Incontro Dibattito
COMMERCIO IN CITTA’
ELEMENTI DI CRISI E NUOVE PROPOSTE
Intervengono

Alberto Sacco
Assessore al Commercio della Città di Torino

Paolo Bertolini
Presidente Commercianti Via Roma

Introduce Adriana Vindigni, Associazione Politica
Modera Maurizio Steffenino, Associazione Politica


A tua disposizione il documento:
incontro-torino-3-12-2019.pdf

L\'ESPERIENZA DI DOSSETTI

IN EVIDENZA

   

BOLOGNA

Piazza San Domenico 12

21 novembre 2019

ore 19

Quale disponibilità interiore per quale impegno politico?

Rinuncia al professionismo politico a vita?


A tua disposizione il documento:
GDossettiSpiritualitaepolitica.pdf