Pillola omeopatica


La prima è il rimando di poco sopra a Rodotà che, da laico, si è contraddistinto per l’affermazione dei diritti alla libertà e autodeterminazione della persona a partire dalla propria sfera privata e che negli ultimi vent’anni è diventato particolarmente noto per questo suo impegno e per il lavoro di ricerca e divulgazione sui diritti legati all’informazione e le sue nuove forme. La seconda riguarda un'altra personalità, scomparsa da più di sessant'anni , che ha vissuto con generosità il suo impegno e militanza politica. Ma prima di rimandare ad essa corre l'obbligo ricordare il significato di democrazia, che, com'è noto, è "la forma di governo in cui la sovranità risiede nel popolo che la esercita per mezzo delle persone e degli organi che elegge a rappresentarlo". A tal proposito, Fabrizio Fabbrini, pacifista, assistente di Giorgio La Pira e fautore del Movimento internazionale per la riconciliazione ( MIR) in una sua pillola omeopatica, dopo aver premesso che:


 


"Il nostro tempo ci convoca a una azione sociale e politica dimensionata alla portata cosmica della sfida che è stata lanciata e che non possiamo ignorare o rimandare: la sfida di fondo non già tra l’uno o l’altro programma, ma quella, sempre rimandata o evitata, tra il primato della persona o quello dell'ideologia, tra chi addita valori e chi difende privilegi."


 


rammenta che "demi rinvia non tanto al popolo, quanto ai "Demi, cioè delle piccole realtà territoriali in cui si differenziava lo stato ateniese.....Quei piccoli cantoni di realtà famigliari reggevano la intera democrazia nell’Attica mandando le decisioni ad Atene, ove l’assemblea cittadina accoglieva le proposte dei singoli Demi. Ed era vera democrazia finché l’assemblea cittadina non si affidò ai Demagoghi."


 


   Il suo scritto è molto lungo e mi auguro ci sarà modo e altra occasione per affrontarlo più diffusamente, qui mi preme individuare solo un paio di altri passaggi che spero rispettino il pensiero dell’autore. Su questa visione di attenzione alle "decisioni sociali che si prendevano a livello di base" si inanellerà, secoli dopo, "il primo vero manifesto politico cristiano aggiornato nella enciclica Rerum novarum – secondo cui “la democrazia, o sarà cristiana o non sarà affatto democrazia.”

A tua disposizione il documento:
Pilloleomeopatichepergliamici.pdf
Puoi leggerlo o scaricarlo...

Segnalazioni e commenti

Registrati per Accedere


Per inserire una segnalazione e un commento occorre accedere con la propria user/password di utente registrato!


User:
Pass: