19/08/2021

Amici e simpatizzanti di Politica
in quel di Bardonecchia la notte di ferragosto si e' presentata con un cielo coperto di nuvole. L'altitudine qui ha mitigato questo agosto infuocato, mentre in Sicilia, a Ragusa e dintorni, nella settimana che ha preceduto il 15 di agosto sono stati raggiunti picchi di 48 gradi, con l'allerta che e' perdurata nei giorni successivi.
Clima, lavoro e salute saranno i temi di cui, volenti o nolenti, i grandi della terra dovranno necessariamente occuparsi. Lo richiede Madre Terra che ce lo dimostra inesorabilmente, lo reclamano i diseredati e i poveri, sempre piu' numerosi, lo evidenzia questo periodo di antropocene, con la connessa zoonosi, i cui danni (ultimo, ma non ultimo la Sars covid) , sono stati prodotti dall'uomo. Piu' di un anno fa, richiamando le tre T che molto venivano menzionate per combattere il Covid-19, testare, tracciare, trattare, mi era venuto in mente il RIC, responsabilita', informazione, consapevolezza. Tre modalita' da acquisire, e sempre valide, che pervadono le pagine del libro di don Luigi Ciotti e Vittorio V. Alberti "Per un nuovo umanesimo. Come ridare un ideale a Italiani ed Europei" di cui potete avere un assaggio attraverso la scheda di Gian Paolo Zara. A integrazione e arricchimento si segnalano ancora alcuni altri articoli provenienti dal Newsletter Vatican News del 7 e del 9 agosto u. s.
Nel mentre mi appresto ad accomiatarmi mi e' giunta la notizia della presa di Kabul, capitale dell'Afghanistan, da parte dei talebani. Guidati dal capo militare Haibatullah Akhundzada hanno estromesso il governo, indotto alla fuga il presidente in carica, Ahraf Ghani, e hanno dichiarato la nascita dell'Emirato islamico. I talebani, che si sono presentati al mondo quali studenti di teologia delle scuole coraniche, sin dal loro apparire, sul finire degli anni '90, si sono distinti per posizioni radicali e oltranziste. Basti ricordare il legame con Al Qaeda, quando Bin Laden si nascondeva in Afghanistan e la loro condivisione della violenza jihadista. E' una brutta vicenda questa che ha radici lontane. Infatti bisogna tornare indietro di vent'anni, alla distruzione dei due Buddha della valle di Bamiyan, nel marzo 2001 e all'attacco alle Torri gemelle dell'11 settembre, sempre di quell'anno, per citare due degli avvenimenti che più hanno colpito il mondo occidentale. L'attacco terroristico al cuore della "grande mela" porto' all'invasione statunitense del territorio afgano. Occupazione che si sta concludendo rovinosamente, considerato che le truppe americane abbandoneranno definitivamente il territorio afgano entro il 31 del mese. E anche su questo drammatico avvenimento, che metterà ancora di piu' a repentaglio una popolazione gia' martoriata si puo' leggere un articolo del 13 e del 16 agosto, tratto da Newsletter Vatican News.
Con stima e simpatia
Adriana Vindigni