12/05/2021

Amici e simpatizzanti di Politica,
in questo momento il pensiero va a Giuseppina Serio nel primo anniversario della sua scomparsa. Ha lasciato un vuoto enorme. La vita, tuttavia, continua nella sua possenza e in questo periodo, come chi è al governo del Paese è stato impegnato alla stesura finale del piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) così, nel nostro piccolo, anche noi, fin qui ce l'abbiamo fatta. Non abbiamo dimenticato gli under 25 e volentieri diamo una notizia che li riguarda direttamente. Si tratta del progetto Next Gen U che sarà lanciato il 14 maggio dalla Fondazione Compagnia di San Paolo. E' un progetto avviato e supervisionato dalla Fondazione Polo del '900 che "mira ad avvicinare i giovani alle politiche europee, alla conoscenza del lavoro delle istituzioni europee e alle sue ricadute sulla vita dei cittadini". Mi faccio forza per non accomiatarmi con un "Mi compiaccio che lascio in salute" o "Non pensarci, finché c'è la salute c'è tutto" o ancora con il meridionalissimo "Statt buun". Tali detti augurali, così comuni nello scambio relazionale, tanto d'averne quasi dimenticato il senso e significato più intimo... ( finché c'è la salute c'è tutto, è emblematico, in quanto nell'incontrare l'altro, a lui ci avviciniamo con un introduttivo "come stai?" ), mai come oggi sono stati così appropriati. Le notizie sulla vaccinazione anticovid credo siano lì prossime ad allinearsi con le informazioni sulle previsioni meteo e, per chi ne è appassionato, astrali. Onde per cui sul vaccino volutamente forniamo due contrapposte ideologie di pensiero, anche se chi ci segue sa perfettamente che non condividiamo l'atteggiamento dei No vax. Ma ancora di più mi preme perorare la lettura della scheda predisposta da Gian Paolo Zara a cui auguriamo una buona permanenza in Africa, dove si tratterrà per un paio di mesi nell'ospedale in cui opera.
Zara per noi tutti ha recensito il libro di Francesco Pallante "Elogio delle tasse" che merita di essere letto per intero in quanto coniuga impeccabilmente divulgazione e approfondimento.
E lo so con certezza perché tale è il suo modo di porsi, avendo avuto il piacere, per alcuni anni, di condividere il medesimo ambiente di lavoro. Parco e misurato nelle parole, quasi schivo nel relazionarsi con gli altri, Francesco Pallante ha una sensibilità d'animo e un amore per la ricerca del vero e del giusto. E Giuseppina Serio che aveva l'occhio lungo lo sapeva già da mo', già fin da quella prima volta che l'aveva conosciuto. Francesco, ancora un mondo di bene e di successi.
Con stima e simpatia
Adriana Vindigni