20/01/2021

Amici e simpatizzanti di Politica,
"tornare in se stessi e riscoprire l'infinito". In questi giorni così oscuri in cui un po' in tutte le direzioni si ricercano veri "costruttori" vorrei invitare alla lettura dello scritto "Preghiera intima" di Antonella Lumini, apparso nei giorni scorsi sull' Osservatore Romano. L'autrice ha alle spalle studi filosofici, conoscenza della Bibbia e della spiritualità cristiana. Nativa di Firenze, città dove vive da eremita urbana e maestra di spiritualità, da oltre trent' anni percorre una strada di silenzio e solitudine, perché, unitamente al digiuno "svuotano del sovrappiu'". "Ogni abuso snatura, distorce la misura": bene incominciamo a comprenderlo in questo mondo in cui siamo subissati dai social network. "Senza il silenzio - scrive la Lumini - si smarrisce la misura, si entra nel caos che è l'impero del rumore".
Con stima e simpatia
Adriana Vindigni