12/10/2018

Amici e simpatizzanti di Politica
ci siamo lasciati con il richiamo alle leggi razziali del 1938; il tempo trascorre in fretta e altri fatti impongono che sia data loro adeguata attenzione. Mi limiterò al momento a uno scarno elenco, con il proposito di riprendere, in modo sintetico, ogni singolo tema. Enuncio il primo che è stato evidenziato: L'Europa. In precedenza avevo già accennato all'importanza delle prossime elezioni europee che avverranno in maggio, tuttavia, al momento, ciò che attanaglia un po' di più la mia mente non è tanto questo argomento quanto la manovra economica che l'attuale Governo sta mettendo in atto. Questo secondo tema, che ha portato giorni addietro Alti rappresentanti europei a mettere in guardia l'Italia per prevenire una procedura d'infrazione, peraltro ampiamente annunciata, a cui si è aggiunta la non validazione di quanto programmato e previsto nel Def (Documento di economia e finanza) da parte dell'Ufficio parlamentare di bilancio, non è un argomento da prendere sottogamba e, al riguardo, si cercherà di fare del nostro meglio, nel fornire adeguata informazione. E ora, l'ultimo fatto che, la settimana scorsa, è rimbalzato sotto gli occhi di tutti: gli arresti domiciliari di un Sindaco, con l'accusa di favoreggiamento all'immigrazione.
Domenico Lucano, primo cittadino di Riace, piccolo comune calabrese, dal due ottobre è agli arresti nonostante il suo modello amministrativo sia stato apprezzato nel mondo. Il Sindaco, nell'offrire una degna integrazione ai forestieri, ha messo in atto meccanismi che, tra l'altro, stanno contribuendo a incrementare l'occupazione giovanile, portando beneficio e sviluppo all'economia locale. Agli atti di accusa, mentre la Magistratura farà il suo corso, il riacese Mimmo Lucano risponde con la sua testimonianza di vita.
I migranti, i percorsi di inserimento e la normativa riguardante il decreto Salvini saranno, come già anticipato, i punti che tratteremo il 16 ottobre p.v.
In vista di questo appuntamento, tratti dal ricco panorama editoriale, ho scelto dalla News di Ottobre 2018 dell'Istituto De Gasperi - Emilia Romagna, il testo del Decreto Salvini con Testo a fronte che evidenzia quanto eliminato dalla legislazione precedente e le nuove integrazioni e, dal Welforum.it -Associazione di ricerche sociali -, due articoli di Maurizio Ambrosini, "Gli scenari dell'immigrazione nel 2018" del 29 gennaio e "Immigrati e rifugiati sul territorio: le motivazioni dell'ostilità", del 13 marzo c.a., a cui si può accedere con un click.
Per chi ancora desiderasse una lettura più approfondita sul tema, nella sezione Documenti, potrà avvalersi della ricerca: "Un'Italia frammentata Atteggiamenti verso identità nazionale, immigrazione e rifugiati in Italia" Agosto 2018, More in Common e del "Rapporto Immigrazione 2017-2018: straniera l'8,5% della popolazione residente" curato dalla Caritas e dalla Fondazione Migrantes.
Con stima e simpatia
Adriana Vindigni