07/01/2017

Agli Amici e simpatizzanti di Politica
in questi mesi, per non dire nell'ultimo anno appena trascorso, molto si è parlato della nostra
Costituzione, di cui nel 2017 ricorrono i 70 anni della promulgazione.
Nel corso di questo mese di gennaio si è in attesa delle decisioni della Corte Costituzionale in
merito alla riforma elettorale e ai quesiti referendari sul lavoro.
Non intendo fare una riflessione retrò, tuttavia, anche in vista dei prossimi temi e spunti che, come
direttivo, si pensa di trattare, mi pare più che mai opportuno presentare in questo Parliamo di la
parte sostanziale, ripresa da Riccardo Bauer, di un discorso di un Padre costituente, Piero
Calamandrei. Si tratta, a partire dal terzo comma dell'articolo 34, del testo di una conferenza
svoltasi a Milano il 26 gennaio 1955, di fronte a studenti universitari e medi, nell'ambito di un
ciclo di conferenze sulla Costituzione italiana, organizzato nel salone degli Affreschi della Società
Umanitaria.
Del giurista, nonché politico e letterato, al contempo si ripropone la scheda del libro da lui scritto
"Lo Stato siamo noi" già presente in archivio, nella sezione Cultura,
http://www.politicaassociazione.it/dati/8/Libro-Calamandrei_Piero.pdf mentre a seguire, e in due
distinti momenti, verrà pubblicato il suo pensiero a proposito della scuola, che, come
prossimamente si leggerà, è reputata pari a un organo "costituzionale".
Con stima e simpatia
Adriana Vindigni