NOTIZIE


Notizie |  Interventi e Dibattiti |  Cultura

IL LIBRO

IN EVIDENZA


A cura di Gian Paolo Zara

ACINO VIII - NAZIONE

IN EVIDENZA

a cura di Giuseppina Serio

NAZIONE
Ernesto Galli della Loggia (1942, Roma), storico e saggista di meritata fama, ed incisivo editorialista del Corriere della Sera, proprio su questo quotidiano, venerdi 20 luglio 2018, in “La Nazione ha ancora un senso”(pag. 1-26), esponeva in modo chiaro, con un’analisi impeccabile, la sua riflessione sulla dimensione storica della Nazione e la sua necessaria esistenza, anche se in un contesto “allargato” nella nostra attuale temporalità. La Nazione comporta il riferimento ad una collettività umana con un legame di tradizioni, di storia, di lingua, di costumi, di modi di essere, di vincoli, di cui si ha percezione nel vissuto, in definitiva un “cemento” che unisce e ci fa crescere. In Italia questa percezione è sempre stata “debole”, se non effimera.


ACINO VII - EDUCAZIONE

IN EVIDENZA

A cura di Giuseppina Serio

EDUCAZIONE

Umberto Galimberti (filosofo, Monza 1942) nel suo testo “Paesaggi dell’anima”, Feltrinelli, 2017, Capitoli dal 25 al 31, ci offre una illuminata panoramica su un tema di particolare interesse per l’opinione pubblica, sull’Educazione, colto nei suoi più variegati aspetti. Già Freud (1856-1939) ricordava che  “essa non deve mai dimenticare di avere a che fare con individui ancora immaturi”, perché l’adulto ed il suo mondo, ormai consolidato, diventano interlocutori, quindi capaci di ascolto e di guida e non di repressione. In questo contesto la scuola assume una rilevanza del tutto particolare, di privilegio, di primaria importanza, perché è il luogo di formazione “dove ciò che si distribuisce non di rado è solo demotivazione, i rami secchi di una cultura inaridita dal disinteresse”. E poi “per educare non basta istruire”, occorre formare la personalità che ha bisogno di interiorità, di arricchimento, di riconoscimento, di un incontro per costruirsi: se tutto questo non avviene a scuola, allora avverrà in altri luoghi.


ACINO VI - IL LEADER

IN EVIDENZA

a cura di Giuseppina Serio

IL LEADER
Umberto Galimberti (filosofo, Monza, 1942) sempre ci illumina con le sue riflessioni ed anche nel suo testo “Paesaggi dell’anima”, Feltrinelli, 2917 – nel Capitolo 24, analizza la figura del leader, cogliendola nella sua dimensione psicologica, lettura quanto mai appropriata, tenuto conto del tempo in cui viviamo. Il leader ha come componente il sorriso, l’ottimismo, la sicurezza, una certa spavalda improntitudine, la capacità della semplificazione, fino all’eccesso, la persuasione “che ogni branco ha bisogno di un capo” con “lo sguardo sempre dall’alto” con la sicurezza del dominio: in definitiva, la maschera dell’infallibilità. La ricerca del potere diventa il fondamento su cui ci si muove ed a cui si tende, con una rilevanza psicologica profonda che trova la sua base nelle “esperienze infantili, insoddisfatte, dovute a scarsi riconoscimenti”, nella repressione familiare e sociale, in “uno smisurato bisogno di affetto”, di attenzione, di riconoscimento, di consenso.


MOSTRA DI G. BEVILACQUA A OULX

IN EVIDENZA

Montagne, nevi, baite... le mie muse.

Dal 22 al 29 luglio.

Mostra presso la Casa delle Culture

Via Vittorio Emanuele 24 - OULX


GLOBALIZZAZIONE (ACINO IV)

IN EVIDENZA

a cura di Giuseppina Serio

Sull’Enciclopedia Treccani possiamo trovare in sintesi una buona formulazione che ne esplicita il significato in questi termini: “ Termine adoperato a partire dagli anni 1990 per indicare un insieme assai ampio di fenomeni, connessi con la crescita dell’integrazione economica, sociale e culturale fra le diverse aree del mondo”. Però questo “fenomeno” ha radici nel passato, come si evince dal testo di Mauro Ceruti “Il tempo della complessità” Cortina ed. 2018 – dove si mette in luce una prima globalizzazione con la rivoluzione agricola, circa 12.000 anni fa, che ha come conseguenza una seconda globalizzazione con la rivoluzione demografica, per giungere ad una terza globalizzazione nell’età moderna con aperture degli oceani, la scoperta di nuovi mondi, con un impatto fra i popoli positivo e negativo insieme.


DISGREGAZIONE (ACINO V)

IN EVIDENZA

a cura di Giuseppina Serio

Con questa formulazione si può sintetizzare l’avvincente testo “La grande regressione, autori vari, coordinati da H. Geiselberger, Feltrinelli ed. 2018”. Tutta la politica mondiale e la società che la esprime viene messa in discussione in un’analisi puntuale che illustra i punti nodali di un mondo disgregato, dove le proposte socio-politiche del passato sono ormai obsolete, ma mancano nuove visioni a cui ancorarsi.

 


GOVERNO ITALIANO, FRENI ALLA PRECARIETA’ E MURI AI MIGRANTI.

IN EVIDENZA

15 luglio 2018
GOVERNO ITALIANO, FRENI ALLA PRECARIETA’ E MURI AI MIGRANTI. 

Il Decreto “Dignità” é stato finalmente pubblicato sulla “Gazzetta Ufficiale” ed è entrato in vigore. Nonostante l’enfasi del titolo, sembra il provvedimento di un classico governo di centrosinistra (compresa qualche timidezza).
La nuova disciplina dei contratti a termine riduce per lo stesso lavoratore e la stessa impresa l’utilizzabilità (durata massima da 36 a 24 mesi) di questo tipo di contratto assai meno qualificato e ricco rispetto ai contratti a tempo indeterminato, lo rende meno attraente per l’impresa aumentandone il costo e soprattutto lo “identifica” consentendo il controllo e dando qualche certezza all’eventuale contenzioso; reintroducendo la “causale” (ma con alcune eccezioni) impegna le imprese ad utilizzare il contratto a termine solo a fronte di vere esigenze di lavoro temporaneo.
Interessanti tanti altri spunti, in particolare i limiti alla delocalizzazione e la tutela dell’occupazione nelle imprese beneficiarie di aiuti pubblici. Per noi presenta naturalmente un rilievo del tutto non secondario il divieto di pubblicità relativa a giochi e scommesse.
Clicca e scarica il testo del Decreto Dignità.pdf .

QUI

Dove possibile presentiamo testi “a fronte” (le disposizioni precedenti confrontate con le nuove).
Ma che stridore tra il Decreto "Dignità" e le cose dette e fatte in materia di migranti!
Il Ministro dell’interno in parte innova (vorrebbe chiudere i porti e sigillare frontiere nazionali ed europea per impedire gli arrivi) e in parte prosegue la politica del precedente Ministro (impedendo le partenze dalla costa africana grazie a un regime che non ha mai aderito alla Convenzione di Ginevra sullo statuto dei rifugiati). Clicca e scarica il testo del Decreto-Legge 10 luglio 2018 n. 84 Disposizioni urgenti per la cessione di unità navali italiane a supporto della Guardia costiera libica.pdf
Ma soprattutto il Governo italiano proprio sui migranti partecipa senza scalfirla alla miseria dell’Europa. Significative le conclusioni adottate dal Consiglio Europeo nella riunione di Bruxelles del 28 giugno scorso.
Non solo nell’accoglienza (lasciando impregiudicato il regolamento di Dublino che scarica l’onere sui paesi di prima accoglienza), anche nella “repressione” dei migranti gli Stati europei giocano a scaricabarile: leggiamo così la creazione “unicamente su base volontaria” dei “centri sorvegliati” istituiti nei singoli Stati nei quali “operare la distinzione tra migranti irregolari da rimpatriare e persone bisognose di protezione internazionale”.
Ma soprattutto l’Italia come l’Europa continuano ad affidarsi a politiche migratorie povere di indirizzi e possibilità: ostili ad una regolare immigrazione di tipo economico, basandosi sulla “finzione” che coloro che si presentano sul nostro territorio siano tutti potenziali richiedenti asilo, hanno “messo in piedi, per tutti,  una macchina insostenibile, nata per gestire numeri enormemente più ridotti e su situazioni molto specifiche ... La maggior parte di coloro che arrivano, tuttavia, sarebbe ben felice di avere soltanto un riconoscimento all’ingresso per potere vivere e lavorare qui. E, come si è detto, se il sistema di accoglienza e redistribuzione fosse europeo, dato il calo demografico e della popolazione attiva potrebbe pure essere conveniente tenerli.” (Stefano Allievi, Immigrazione Cambiare tutto, Editori Laterza,  2018).
Clicca e scarica il testo integrale delle Conclusioni della Riunione del Consiglio Europeo del 28 giugno 2018.pdf
 P.S: Ma che mondo è quello in cui una rappresentante del popolo propone di “abolire il reato di tortura che impedisce agli agenti di fare il proprio lavoro”?
 Guarda
www.istitutodegasperi-emilia-romagna.it


IL LIBRO

IN EVIDENZA

Scheda di lettura a cura di Giuseppina Serio

KHANNA PARAG
La rinascita delle città stato
Fazi – Roma -2017 -€ 20
Anche in e-book
L’autore (luglio 1977. Kanpur, India) si trasferisce negli USA dove studia e frequenta l’Università di Georgetown, School of Foreign Service. Riceve il dottorato di ricerca alla London School of Economic di Londra. Ora svolge la sua attività presso il Centre on Asia ad Globalisation at the Lee Kuan Yew School of tre Public Policy at the National University of Singapore, città dove risiede. A lungo consigliere di Obama, è esperto in relazioni internazionali ed è consulente della CNN. Si può considerare uno stratega geopolitico. I suoi contributi vertono sulla globalizzazione, affrontata sotto varie angolazioni, sulla collaborazione al Nazional intelligence Council e al Centre on Asia globalisation. Altri suoi testi, tutti reperibili presso Fazi editore, Roma: I tre imperi, 2009 – Come si governa il mondo, 2011 – Connectography, 2016.


19 giugno 2018 - Dialogo con Marco Tarquinio al Sermig

IN EVIDENZA

Segnaliamo un importante incontro presso l'Arsenale della Pace - SERMIG

con Marco Tarquinio

Direttore di AVVENIRE

martedi 19 giugno alle ore 18.45


Festivita\\\' di S.Giovanni: 1706

IN EVIDENZA

Alcune associazioni che gravitano in via Dego - creando sinergia tra loro - hanno presentato due progetti per le festività di S.Giovanni.
Il primo si svolgerà il 24 giugno con il calendario che allego davanti al Mastio della Cittadella.
Il secondo si svolgerà al Salgari Campus alle ore 18.