Notizie

Incontro 14/11/2017 sui vaccini

IN EVIDENZA

Martedì 14 novembre 2017 alle 18, presso SOMS DE AMICIS, corso Casale 134, Torino


incontro-dibattito su Vaccini, informazione e punti di vista.


Intervengono Sergio Arduino, dirigente scolastico, Valter Felicioni, pediatra di base, Paola Ferrazzi, biologa, già docente Università di Torino.


Cari amici, per il 14 novembre vi proponiamo un incontro-dibattito su un tema molto attuale e
controverso, la normativa sui vaccini; la legge ora in vigore (n. 119 del 31 luglio 2017), che
coinvolge, coi bambini in età scolare, le famiglie e le scuole, ha suscitato aspri dibattiti, che
furoreggiano sul web, tra i fautori della nuova legge e coloro che mantengono, a diversi livelli, una
opinione critica su di essa o decisamente contraria.
Con l'incontro del 14 novembre vorremmo fornire una corretta informazione sull'argomento dal
punto di vista scientifico ed esaminare i diversi punti di vista da cui il tema viene guardato dai
diversi interlocutori. Abbiamo pertanto invitato Sergio Arduino, dirigente scolastico, Valter
Felicioni, pediatra di base, Paola Ferrazzi, biologa, già docente dell'Università di Torino. L'incontro
è stato organizzato in collaborazione con la Società di mutuo soccorso “Edmondo De Amicis”, nella
speranza che l'unione delle forze renda più ricco l'incontro e susciti nuove iniziative.

INCONTRO DIBATTITO

IN EVIDENZA

Noi siamo con i Rohingya, così come con qualsiasi minoranza perseguitata nel mondo.


Nel levarci in solidarietà a questa popolazione, colpita da una grave violenza persecutoria condannata dalle Nazioni Unite e dalla comunità internazionale, lo facciamo mano nella mano con le principali autorità buddhiste del mondo - da Thich Nhat Hanh al Dalai Lama – che hanno lanciato un appello internazionale per denunciare tali persecuzioni, e per invitare la popolazione buddhista del Mynamar ad astenersi dalle violenze e ad operare per la loro cessazione, nel nome dello stesso Dharma buddhista e dei suoi nobili insegnamenti.


Tale appello è stato sottoscritto dall'Unione Buddhista Italiana, e successivamente diffuso e valorizzato da esponenti delle stesse comunità islamiche italiane, solitamente invitate a loro volta a dissociarsi da episodi di violenza legati all'Islam. Esso si iscrive in un più ampio orizzonte di autorevoli pronunciamenti, che da Papa Francesco all'Imam di al-Azhar hanno visto in prima fila proprio le autorità delle principali tradizioni spirituali: se il male del settarismo e del fanatismo integralista costituisce un pericolo per ognuna di esse, è proprio al loro interno che possiamo rintracciare oggi i primi e migliori antidoti a tali malattie.


Nell'auspicare un'immediata cessazione delle violenze e una pronta riconciliazione delle nobile popolazione birmana in tutti suoi elementi, uniamo dunque la nostra voce a questi autorevoli appelli, chiedendo alle nostre istituzioni di non tacere e di agire concretamente rispetto a quanto sta accadendo. Nella comune lotta civile e spirituale all'ignoranza, all'odio e ad una distruttiva avidità, i valori condivisi della conoscenza e della compassione costituiscono per noi la solida base del dialogo e della riconciliazione, tanto in Myanmar quanto nelle nostre città e nel mondo intero.


Invitiamo la cittadinanza e le istituzioni di Torino e del Piemonte
a un incontro pubblico venerdì 22 settembre alle 18
al centro italo-arabo Dar Al-Hikma, a Torino in via Fiochetto 15.


Interverranno soprattutto esponenti della comunità islamica e di quella buddhista.

Addio al dizionario

IN EVIDENZA

Scuola e dintorni 7. Tema: il dizionario scolastico e le nuove forme di trasmissione. A cura di Gianna Montanari

Totale n.284   Pag. | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29