Notizie

25 APRILE - SEMPRE RESISTENZA

IN EVIDENZA

"Quanto sangue e quanto dolore per arrivare a questa Costituzione. Dietro a ogni suo articolo dovete vedere giovani come voi, caduti combattendo, fucilati, impiccati, torturati, morti nei campi di concentramento, giovani che hanno dato la vita perché la libertà e la giustizia potessero essere scritte su questa carta. Se volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità del nostro Paese, andate lì, perché lì è nata la nostra Costituzione"


Piero Calamandrei

INCONTRI ELEZIONI EUROPEE

IN EVIDENZA

In collaborazione con CSF - Centro Studi sul Federalismo


e CESI – Centro Einstein di Studi Internazionali


IL CIRCOLO DEI LETTORI


Venerdì 17 maggio ore18 | Polo del '900


IL PARLAMENTO EUROPEO


PASSATO, PRESENTE, FUTURO


Con Umberto Tulli



In collaborazione con CSF - Centro Studi sul Federalismo


Martedì 21 maggio ore 21 | il Circolo dei lettori


QUALE SCENARIO DOPO LE ELEZIONI EUROPEE?


IPOTESI E PREVISIONI


Con presentazione del numero di LIMES Antieuropa,


con Lucio Caracciolo e Lorenzo Pregliasco



In collaborazione con You Trend


Domenica 26 maggio ore 22 – 04 | Polo del ‘900


EULECTION NIGHT


MARATONA NOTTURNA PER COMMENTARE I RISULTATI IN DIRETTA



In collaborazione con CSF - Centro Studi sul Federalismo


e CESI – Centro Einstein di Studi Internazionali, Polo del ‘900 e i suoi enti partner


martedì 28 maggio ore 21 | il Circolo dei lettori


POST ELEZIONI – LE PREVISIONI SONO STATE CONFERMATE?

BUONA PASQUA

IN EVIDENZA

LA PACE SIA SEMPRE NEI NOSTRI CUORI E LA TERRA, TUTTA, NE SIA CUSTODE.

AUGURI DI BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO

IN EVIDENZA
12/12/2018


DECRETO SALVINI: Ottobre 2018 - Istituto De Gasperi - Emilia Romagna

IN EVIDENZA
11/10/2018

News di Ottobre 2018 dell'Istituto De Gasperi - Emilia Romagna, il testo del Decreto Salvini con Testo a fronte che evidenzia quanto eliminato dalla legislazione precedente e le nuove integrazioni


http://www.istitutodegasperi-emilia-romagna.it/


La questione morale

IN EVIDENZA
24/08/2018

Ecco il link dell'intervista a Berlinguer pubblicato su LINKIESTA.


L’intervista a Berlinguer sulla «questione morale»


Lo storico leader del Pci morì l’11 giugno 1984. Aveva detto a Eugenio Scalfari: «I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e clientela»


VAI AL SITO


 


GOVERNO ITALIANO, FRENI ALLA PRECARIETA’ E MURI AI MIGRANTI.

IN EVIDENZA
16/07/2018

15 luglio 2018
GOVERNO ITALIANO, FRENI ALLA PRECARIETA’ E MURI AI MIGRANTI. 


Il Decreto “Dignità” é stato finalmente pubblicato sulla “Gazzetta Ufficiale” ed è entrato in vigore. Nonostante l’enfasi del titolo, sembra il provvedimento di un classico governo di centrosinistra (compresa qualche timidezza).
La nuova disciplina dei contratti a termine riduce per lo stesso lavoratore e la stessa impresa l’utilizzabilità (durata massima da 36 a 24 mesi) di questo tipo di contratto assai meno qualificato e ricco rispetto ai contratti a tempo indeterminato, lo rende meno attraente per l’impresa aumentandone il costo e soprattutto lo “identifica” consentendo il controllo e dando qualche certezza all’eventuale contenzioso; reintroducendo la “causale” (ma con alcune eccezioni) impegna le imprese ad utilizzare il contratto a termine solo a fronte di vere esigenze di lavoro temporaneo.
Interessanti tanti altri spunti, in particolare i limiti alla delocalizzazione e la tutela dell’occupazione nelle imprese beneficiarie di aiuti pubblici. Per noi presenta naturalmente un rilievo del tutto non secondario il divieto di pubblicità relativa a giochi e scommesse.
Clicca e scarica il testo del Decreto Dignità.pdf .


QUI


Dove possibile presentiamo testi “a fronte” (le disposizioni precedenti confrontate con le nuove).
Ma che stridore tra il Decreto "Dignità" e le cose dette e fatte in materia di migranti!
Il Ministro dell’interno in parte innova (vorrebbe chiudere i porti e sigillare frontiere nazionali ed europea per impedire gli arrivi) e in parte prosegue la politica del precedente Ministro (impedendo le partenze dalla costa africana grazie a un regime che non ha mai aderito alla Convenzione di Ginevra sullo statuto dei rifugiati). Clicca e scarica il testo del Decreto-Legge 10 luglio 2018 n. 84 Disposizioni urgenti per la cessione di unità navali italiane a supporto della Guardia costiera libica.pdf
Ma soprattutto il Governo italiano proprio sui migranti partecipa senza scalfirla alla miseria dell’Europa. Significative le conclusioni adottate dal Consiglio Europeo nella riunione di Bruxelles del 28 giugno scorso.
Non solo nell’accoglienza (lasciando impregiudicato il regolamento di Dublino che scarica l’onere sui paesi di prima accoglienza), anche nella “repressione” dei migranti gli Stati europei giocano a scaricabarile: leggiamo così la creazione “unicamente su base volontaria” dei “centri sorvegliati” istituiti nei singoli Stati nei quali “operare la distinzione tra migranti irregolari da rimpatriare e persone bisognose di protezione internazionale”.
Ma soprattutto l’Italia come l’Europa continuano ad affidarsi a politiche migratorie povere di indirizzi e possibilità: ostili ad una regolare immigrazione di tipo economico, basandosi sulla “finzione” che coloro che si presentano sul nostro territorio siano tutti potenziali richiedenti asilo, hanno “messo in piedi, per tutti,  una macchina insostenibile, nata per gestire numeri enormemente più ridotti e su situazioni molto specifiche ... La maggior parte di coloro che arrivano, tuttavia, sarebbe ben felice di avere soltanto un riconoscimento all’ingresso per potere vivere e lavorare qui. E, come si è detto, se il sistema di accoglienza e redistribuzione fosse europeo, dato il calo demografico e della popolazione attiva potrebbe pure essere conveniente tenerli.” (Stefano Allievi, Immigrazione Cambiare tutto, Editori Laterza,  2018).
Clicca e scarica il testo integrale delle Conclusioni della Riunione del Consiglio Europeo del 28 giugno 2018.pdf
 P.S: Ma che mondo è quello in cui una rappresentante del popolo propone di “abolire il reato di tortura che impedisce agli agenti di fare il proprio lavoro”?
 Guarda
www.istitutodegasperi-emilia-romagna.it


DOSSIER GOVERNO CONTE

IN EVIDENZA
14/06/2018
1) Da il quotidiano "Il corriere della Sera" 2 giugno 2018

 

2) La Stampa 2.6.18
Italia, la crisi che inquieta le democrazie
Quel vuoto nel cuore della politica che mostra le debolezze dell’Italia
di Bill Emmott

 

3) Da il quotidiano "Il corriere della Sera" 4 giugno 2018
Oppositori in cerca di logica
Siamo solo ai primi passi di questa nuova esperienza ed è fisiologico che le critiche - sia a destra che a sinistra -pecchino talvolta di incoerenza
di Paolo Mieli

 

4) Il manifesto 2.6.18
Il populismo senza popolo al potere
Disordine nuovo. È il prodotto della fine di tutte le precedenti aggregazioni socio-politiche. Non ci sono più il «popolo di sinistra», né il «popolo padano», né più quello del «vaffa»
di Marco Revelli

 

5) ROCCA  periodico quindicinale 1 giugno 2018 
RIVISTA PRO CIVITATE CRHISTIANA ASSISI  SOLO art. di Roberta Carlini

 

6) Il Fatto 2.6.18
Quel “contratto” e i pirati della carta
Dal premier “esecutore” a Savona - Le ultime torsioni di una “fantacostituzione”: ora bisognerà vigilare sul nuovo governo. A partire dalla difesa “sempre legittima” propugnata da Salvini
di Salvatore Settis

 

7) Repubblica 2.6.18
La festa della Repubblica
2 giugno, italiani contro italiani
di Michele Ainis

 

8) Da il quotidiano "Il corriere della Sera" 8 giugno 2018
Il nuovo governo
Un esordio in tono minore

 


25 APRILE

IN EVIDENZA
25/04/2018

A cura di Gianna Montanari.


Per ricordare il 25 aprile offriamo agli amici di Politica la recensione di Paola Perrone, già presidente di sezione della Corte d'Appello di Torino, del libro dello storico Carlo Greppi 25 APRILE 1945, Laterza 2018


Questo 25 aprile il ricordo della Liberazione dell'Italia dal nazifascismo dovrebbe avere un rilievo particolare; in un momento in cui personalismi e divisioni rendono molto faticose le operazioni politiche necessarie per dare alla nazione un nuovo governo dopo le elezioni del 4 marzo, dovrebbe essere di sprone a tutti la riflessione su quei giorni di 73 anni fa in cui uomini e donne si unirono, al di là delle divergenze e delle differenti ideologie, per combattere contro la tirannide che li aveva oppressi. Ci sembra pertanto un bel modo per celebrare il 25 aprile offrire agli amici di Politica, per gentile concessione dell'autrice, la recensione di Paola Perrone, già presidente di Sezione della Corte d'appello di Torino, del libro di Carlo Greppi, 25 aprile 1945, Laterza 2018, un libro in cui la Resistenza e la Liberazione sono viste attraverso le storie di tre personaggi, che calano il lettore all'interno dei fatti di allora. La recensione è pubblicata sulla rivista on line “Questione giustizia”.


http://questionegiustizia.it/articolo/il-25-aprile-in-tre-storie_25-04-2018.php


Auguri di Buona Pasqua

IN EVIDENZA
29/03/2018

Le poesie sono necessarie per immettere aria fresca nei nostri cuori…


per dare un senso ai nostri sentieri bui giornalieri.


Due poesie per augurarCi una Lieta e Serena Pasqua 2018.


Totale n.299   Pag. | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30